Cinema & Lavoro - Le schede
film: I compagni di Mario Monicelli

Affrontare i grandi temi del lavoro, del sindacato, della partecipazione e della rappresentanza
ricorrendo al linguaggio universale del cinema

Clicca sull'immagine per vedere la video presentazione di questo film sul nostro canale YouTube. Nella descrizione del video sul canale YouTube CISL FP Verona troverai anche i link alle piattaforme di streaming che rendono disponibile il film alla visione.

I compagni

In un'industria tessile torinese, sul finire 1800, un gruppo di operai, portati all'esaserazione da un incidente di lavoro, decidono di chiedere la riduzione del loro orario di lavoro a 13 ore. Sono disorganizzati e l'azione fallisce. La lotta, più organizzata questa volta, riprenderà quando un tal Professor Sinigallia, agitatore sociale, organizzerà gli operai incitandoli allo sciopero ad oltranza. Nella controffensiva padronale un operaio perde però la vita, mentre il professore, ricercato dalla polizia, cerca rifugio da una prostituta da poco conosciuta. Lo sciopero continua e la resistenza padronale sta per vacillare. Nello scontro con la cavalleria, chiamata per difendere la fabbrica dall'occupazione, la vicenda volge nuovamente al tragico. Gli operai ritornano al lavoro sotto il peso della sconfitta, ma con una nuova consapevolezza e con la speranza per il futuro.


Il cast del film

  • Regia: Mario Monicelli
  • Attori: Marcello Mastroianni, Giampiero Albertini, Enzo Casini, Antonio Di Silvio, Folco Lulli, Gabriella Giorgelli, Roberto Diamanti, Mario Pisu, Renato Salvatori, Vittorio Sanipoli, Sara Simeoni, Pippo Starnazza, Elvira Tonelli, Kenneth Kove, Piero Lulli, Anselmo Silvio,  Antonio Monica Casa, Franco Ciolli, Antonio Casamonica, Giuseppe Marchetti, Fred Borgognoni, Bruno Scipioni, Anna Glori, Giulio Bosetti, Giuseppe Cadeo, Raffaella Carrà, Anna Di Silvio
  • Soggetto: Furio Scarpelli, Mario Monicelli, Suso Cecchi d'Amico, Age
  • Sceneggiatura: Furio Scarpelli, Mario Monicelli, Suso Cecchi d'Amico, Age
  • Fotografia: Giuseppe Rotunno
  • Musiche: Carlo Rustichelli
  • Montaggio: Ruggero Mastroianni
  • Scenografia: Mario Garbuglia

Dati tecnici del film

  • Durata: 128 minuti
  • Colore: B/N
  • Genere: Sociale/ Drammatico
  • Produzione: Franco Cristaldi per La Lux Film - Vides Cin.Ca (Roma), Mediterranee Cinema Prod. (Parigi), Avala (Belgrado)
  • Distribuzione: Lux - Paramount - Ricordi Video, Vivivideo, Panarecord
  • Data di uscita: 1963


Recensioni al film:

L'azione è ambientata in una fabbrica tessile di Torino, sulla fine dell'Ottocento. Guidati da un professore socialista, gli operai si battono per ridurre da 14 a 13 ore l'orario giornaliero di lavoro che, tra l'altro, arrivava talvolta anche a 16 ore. Ma lo sciopero a oltranza rivela più difficoltà del previsto. I padroni fanno venire i crumiri e nei tafferugli con le forze dell'ordine un operaio muore. (...) Scritto con Age e Scarpelli, pencola qua e là verso De Amicis nell'intenzione di creare un'atmosfera nazional-popolare. Accolto con freddezza in Italia. Non fu ammesso alla Mostra di Venezia, diretta da Luigi Chiarini. Splendido BN di Rotunno e un Mastroianni finissimo.(da Il Morandini).
 
A Torino, negli ultimi anni dell’Ottocento, la situazione degli operai era particolarmente arretrata. Lo rilevava nel 1897 Luigi Einaudi affermando che nelle fabbriche lavoravano persino dei “fanciulli di età inferiore al limite legale” e donne maritate dal colore così pallido e dalle forme così esili da far dubitare che potessero diventare madri “di una figliolanza sana e robusta”. (Gian Luigi Rondi da "Il Tempo").

I compagni è l’ennesimo dono lasciatoci in eredità da uno dei più grandi registi italiani di sempre, un preziosissimo esempio di cinema verità che solo di rado lascia campo alla retorica, raccontando con realismo, vividezza e ironia un capitolo di storia non particolarmente considerato dalla cinematografia nazionale. Un film che insegna, commuove, diverte e induce a riflettere perchè, in fondo, potremmo scoprire e sorprenderci di quanto sia attuale.(Gianluca Chianello da www.cinefilos.it, 2014).

A quei tempi in Italia regnava un clima reazionario. Gli scioperi erano considerati al limite della legalità. A me però interessava dare uno sfondo più urgente e meno attuale al problema, quando i diritti in ballo riguardavano condizioni di lavoro al limite della sopportazione umana. La lotta per ridurre da quattordici a tredici le ore in fabbrica. Il divieto di far lavorare bambini sotto i nove anni. Questioni che esulavano dal presente con un valore universale. (Mario Monicelli, La commedia umana. Conversazioni con Mario Monicelli, a cura di Sebastiano Mondadori, il Saggiatore, Milano 2005).


su questo film:


Se hai una utenza Google, per essere sempre aggiornato sulle nuove proposte iscriviti al nostro canale


Cinema & Lavoro

Affrontare i grandi temi del lavoro, del sindacato, della partecipazione e della rappresentanza ricorrendo al linguaggio universale del cinema. Con Cinema & Lavoro vogliamo proporre non solo titoli da guardare e gustare, da soli o in compagnia, ma anche offrire spunti di riflessione rinunciando agli schemi della formazione accademica.



Cinema&Lavoro è un progetto curato da Marco Nundini e Danny Marchi per CISL FP Verona
per informazioni o contatti su questa iniziativa: cinemaelavoro@cislfpverona.it
Marchi e nomi commerciali citati sono di proprietà delle relative aziende.